Silicon Valley è una finestra verosimile sul difficile mondo californinano della tecnologia, con i suoi trionfi, le dissolutezze e gli epici fallimenti. È uno show talmente focalizzato sulla vita reale nella Silicon Valley che il CEO di Snapchat Evan Thomas Spiegel lo ha definito “quasi un documentario”.

 

Per scrivere la serie, gli autori hanno passato e tuttora passano mesi a studiare il mondo della Valley, intervistando esponenti illustri e completi sconosciuti, rincorrendo gossip, indiscrezioni e dinamiche per poi inserirle nello show e finendo inevitabilmente per basare alcuni personaggi su reali esponenti del mondo hi-tech. Il sito Backchannel ha cercato di scoprire a quali.

 

Richard Hendricks: il "classico" Silicon Valley Boy

 

 

 

 

Richard (Thomas Middleditch) è il protagonista, rappresenta il ragazzo tipo della Valley, ed e uno dei pochi personaggi che non è ispirato a una persona in particolare. Sempre in camicia e felpa, senza umorismo se non del tipo incomprensibile a tutti, Richard è il ragazzo che si incontra ovunque per i corridoi delle maggiori aziende della "valle del silicio".

 

Se la sua personalità e il look ricordano quelli di Mark Zuckerberg, l’arco narrativo rievoca i trionfi e i fallimenti di Jack Dorsey, il co-fondatore di Twitter.

 

Gavin Belson: Marc Benioff

 

 

 

 

Belson (Matt Ross) è l’esempio vivente che uno stile di commercio "mercenario e sanguinario" è fondamentale per fare carriera e diventare il genio del male della Valley. Gavin Belson è un devoto delle filosofie orientali e della medicina alternativa, proprio come Larry Ellison, Steve Jobs e Marc Benioff, ed è proprio a quest’ultimo che Belson (anche i cognomi sono simili) assomiglia di più.

 

Benioff è il CEO di Salesforce, e incarna tutti i requisiti di un titano della Valley. Come Belson dirige una grande azienda, e allo stesso tempo cerca di rendere il mondo migliore meglio di chiunque altro. Jonah Perretti, il fondatore di BuzzFeed, ha affermato “ il CEO di Hooli è chiaramente basato su Benioff”.

 

Peter Gregory: Peter Thiel

 

 

 

 

L’eccentrico miliardario e investitore Peter Gregory (Christopher Evan Welch) ricorda Peter Thiel, il membro del Three Comma Club (il gruppo di persone che hanno una rete che vale più di un miliardo di dollari), co-fondatore di PayPal.

 

Gregory incoraggia i giovani geek a lasciare il college e iniziare le loro compagnie così come fa la Thiel Fellowship, la compagnia di Peter Thiel che promuove i giovani talenti. Alex berg, lo showrunner di Silicon Valley, afferma che non era loro intenzione mettere in scena una caricatura di Thiel, ma che “poi tutti hanno iniziato a dirci che Peter Gregory è uguale a Thiel, ed effettivamente è così”.

 

Laurie Bream: Marissa Mayer

 

 

 

 

Laurie Bream (Suzanne Cryer) è la scomoda manager di Raviga Capital. È risoluta, spietata, e quando parla ricorda l’assistente digitale Siri. Marissa Mayer, l’ex CEO di Yahoo, è stata descritta come “fredda, diretta e impersonale. Non riesce a reggere il contatto visivo”, esattamente come Laurie quando deve dare brutte notizie.

 

Mike Judge, uno dei creatori dello show, ha affermato che Laurie è ispirata a quelle persone “super intelligenti che pensano più veloce di come parlano”, e ha negato qualsiasi collegamento a Mayer.

 

 

Jack Barker: Dick Costolo/Steve Balmer

 

 

 

 

Jack Barker (Stephen Tobolowsky) ha in comune con l’ex CEO di Twitter, Dick Costolo, molto più della calvizie. Jack ha usurpato la guida di Pied Piper a Richard nella seconda stagione, proprio come Costolo ha fatto con il creatore di Twitter Jack Dorsey. Costolo è anche diventato consulente di scrittura in Silicon Valley dopo aver lasciato Twitter, e ha acconsentito all’uso della sua storia per lo sviluppo della trama.

 

Jack ricorda anche Steve Ballmer, il CEO di Microsoft, “la quintessenza del venditore senza una visione del prodotto”. Mentre Jack porta Pied Piper sulla via degli hardware nella terza stagione, Ballmer decide di dare priorità ai PC Windows anziché combattere gli iPhone.

 

Erlich Bachman: Dave McClure/ Sean Parker

 

 

 

 

 

Anche se vorrebbe essere Steve Jobs, Erlich (T.J. Miller) non gli assomiglia per nulla. Elrich ha venduto la sua compagnia e ha comprato una villa nella Valley, villa che poi ha trasformato in un’incubatrice per startupper. Questo lo accomuna a Dave McClure, che ha creato 500 Startups, un fondo per aiutare e accelerare la crescita delle start-up, per l'appunto.

 

Il suo amore per l’erba ricorda molto Sean Parker, il co-fondatore di Napster ed ex-presidente di Facebook che ha fatto grandi investimenti per la legalizzazione della marijuana.

 

Monica Hall: Megan Quinn

 

 

 

 

 

Monica (Amanda Crewl) è la più giovane partner associata della Raviga, il tutto mentre guida gli investimenti della compagnia verso il successo. Alcuni l’hanno associata a Megan Quinn, partner alla Spark Capital che ha vinto parecchi investimenti. Megan Quinn ha commentato con questo tweet:

 

 

 

 

 

Russ Hanneman: Mark Cuban

 

 

 

 

 

Mark Cuban si è unito al club dei Three Comma Club dopo aver venduto Broadcast.com a Yahoo, mentre Russ Hanneman (Chris Diamantopoulos) ha venduto la sua “radio” a AOL. Da quel momento Russ ha lanciato un brand di liquori chiamato Tres Commas Tequila, mentre Cuban vende magliette con tre virgole sul suo sito.