Questa volta si entra in quei territori che il solo nominare suscita silenzi, imbarazzi, riflessioni. Due territori verso i quali viene fatta una profonda opera di sensibilizzazione. Il ciclo di docu-film de Il Racconto del Reale ospita i documentari di Vice. Il secondo appuntamento è fissato per domenica 4 giugno alle ore 23.15, e affronta i temi della lotta contro la SLA e il diritto di morire. Si intitolano rispettivamente, con una semplicità che fa rabbrividire, La Lotta contro la SLA e Il Diritto di Morire.

 

 

 

 

 

La SLA, sclerosi laterale amiotrofica, si è manifestata per la prima volta nel 1939. E da allora la ricerca ha iniziato un percorso di studi e ricerca per cercare di vincere la patologia. C'è chi si sottopone a terapie sperimentali sperando di vincere la sfida più importante. Ci sono persone che sono disposte a prendere farmaci non autorizzati anche perché l'effetto collaterale di chi soffre di SLA è la morte. Ecco perché molti insistono....il tragico epilogo non cambierebbe. Uno dei momenti più toccanti è quando un bambino chiede al papà, ex pilota di areonautica, di andare a correre con lui in giardino...e lui può solo rispondergli: Non posso.

 

 

 

 

 

Il secondo docu-film di Vice, quello sul diritto di morire, parte da un dato numerico che evidenzia quanto la gente sia interessata a questo tema: quando la California ha adottato l'Act of End of Life Option, ovvero l'opzione di fine vita, il numero degli americani malati terminali con il diritto a una morte assistita da un medico si è quadruplicato. In alcune parti dell'Europa, l'eutanasia viene somministrata anche a persone diverse dai malati terminali, incluse quelle affette da autismo, depressione e disturbi della personalità. VICE esplora le questioni morali, politiche e personali sollevate da come e quando può finire la nostra vita.