Venticinque anni fa, ai tempi dei fatti narrati in 1993 - La serie, in onda in prima tv su Sky Atlantic, utilizzavamo tecnologie oggi obsolete e guardavamo in tv L'ispettore Gadget, tra gli show protagonisti dal 29 aprile al 16 maggio della programmazione del canale pop-up Sky Atlantic 1993 (canale 111).

 

All'epoca, le invenzioni dello strampalato ispettore e soprattutto della sua brillante nipote Penny ci sembravano avveniristiche. E in effetti molti di quei gadget incredibili oggi sono diventati realtà: ecco in che modo L'ispettore Gadget ha anticipato il futuro.

 

1. TABLET - La nipote di Gadget, Penny, aveva un fantastico "libro-computer" multiuso, con cui era in grado di fare di tutto e di più. Ma che cos'è un incrocio tra un ingombrante computer e un agile libro se non un tablet? Altro che l'iPad di Steve Jobs!

 

2. SMARTWATCH - Penny - sempre lei! - aveva anche un futuristico orologio da polso con cui era in grado, tra le altre cose, di comunicare con il suo cane. Insomma, un orologio intelligente, ovvero... uno smartwatch!

 

3. WIRELESS - Il computer-libro di Penny non era solo in grado di fare un sacco di cose, ma funzionava senza fili. Il che significa che funzionava con tecnologia wireless, oggi ormai diffusissima, ma all'epoca pura fantascienza.

 

4. MACCHINE CHE SI GUIDANO DA SOLE - Oggi Google, Uber e tanti altri si stanno scervellando per creare la self-driving car perfetta. Ma la celebre Gadgetmobile era in grado, tra le altre cose, di parcheggiarsi da sola e di guidare in automatico.

 

5. GOOGLE MAPS - Quando Penny ha bisogno di orientarsi, utilizza una fantastica funzione del suo computer-libro: una mappa digitale che le indica la sua posizione e le fornisce informazioni sul luogo in cui si trova. Alla faccia di Google Maps!

 

6. FOTOCAMERA DIGITALE  - In un episodio della serie Penny utilizza un'avanzata macchina fotografica di piccole dimensioni, collegata direttamente al suo computer, anticipando così l'avvento delle fotocamere digitali.

 

7. VIDEOCHAT - Sia Penny che il Boss Artiglio comunicano con gli altri attraverso video, anticipando di anni servizi come Skype e FaceTime.