Sono gli anni Cinquanta e uno psicologo e una ginecologa parlano di sesso come non aveva mai fatto nessuno prima. La storia che sta dietro alla serie tv in onda su Sky Atlantic con la quarta e ultima stagione è ispirata a due personaggi realmente vissuti, ma la trama non basta: per catapultare il pubblico nell’atmosfera in cui si sono fatti largo il Dott. Masters e collega anche gli elementi del guardaroba dei personaggi rivestono un ruolo chiave.

"La storia è raccontata attraverso l'abbigliamento - dice la costumista Ane Crabtree - Sono fiduciosa che qualcuno grazie al mio lavoro riesca a perdersi nei personaggi senza sentire la distanza tra il passato e il presente”.

Il papillon del Dr. William Masters – Il sessuologo interpretato dall’attore Michael Sheen indossa spesso un farfallino insieme alla camicia, diventato suo segno distintivo. “E’ un elemento che indica ordine e precisione”, spiega la Crabtree. Ma dietro alla scelta di fare indossare il papillon al protagonista della serie c’è molto di più della moda di un tempo: “Estabrooks Masters, la madre di Bill, ha trasformato tutte le cravatte del figlio in papillon. A causa della stretta collaborazione con Michael Sheen, era molto importante per lui che trasformassimo le sue cravatte in farfallini”.

 


Libby, il classico anni Cinquanta – Libby Masters è la più elegante della serie: è femminile, fasciata in tessuti morbidi, perfettamente in linea con la famiglia benestante che l’ha adottata da ragazza insieme alla sorella. Tuttavia durante la seconda stagione di Masters of Sex si può scoprire una Libby cambiata e a raccontare questa evoluzione è proprio il guardaroba: agli abiti dalla svolazzante gonna sotto al ginocchio sostituisce spesso pantaloni slim e top e maglioncini che non la fanno passare affatto inosservata: “Ora possiamo vedere in lei qualcuno con più indipendenza e libertà”.

 


Virginia Johnson, la più sexy – “E’ diversa dalla tipica casalinga del Missouri del 1957. Nella vita reale era una cantante di nightclub, una cosa eccitante! - dice Crabtree - Così, in molti modi, dimostra la sua libertà e la sua modernità attraverso un look molto diverso rispetto a Libby Masters, d’altronde il loro approccio al loro mondo è così differente… Ho pensato che una donna del genere fantasticherebbe su ciò che avrebbero indossato in quel periodo le ragazze a New York o Chicago”. Pure la biancheria intima sfoggiata in Masters of Sex era accurata rispetto al periodo.

 


Infine, che dire dei look di medici e infermieri? “Le scarpe, le calze, e il copricapo sono perfettamente realistici”. D’altronde il camice è sfoggiato, anche dagli studenti universitari, come un distintivo d'onore. Nella vita reale, Masters aveva tre camici che alternava quotidianamente, non ha mai voluto apparire sgualcito e poco curato.