Sguardo truce e modi da bruto. È l’immagine tipica del guerriero vichingo. Così non c’è da stupirsi se la maggior parte degli attori che si sono presentati alle audizioni per il ruolo di Ragnar Lothbrok, il protagonista della serie tv targata History Channel ora in onda su Sky Atlantic (guarda la programmazione), si siano presentati come dei machi d’altri tempi. Tuttavia non è questo ciò di cui andava a caccia il regista.

Il provino di Fimmel - Il creatore di Vikings Michael Hirst cercava qualcuno che evitasse di rispecchiare il classico stereotipo del vichingo: "Volevo un particolare tipo di carattere, nessun cliché - dice Hirst - La maggior parte delle persone che si sono proposte per il ruolo si sono presentate gridando: ‘Io sono un vichingo!', ma io volevo qualcuno di riflessivo e intelligente. Non ho mai pensato ai Vichinghi come bruti”. Così ad una settimana dall’inizio delle riprese non c’era ancora un attore protagonista, fino a quando non è arrivata una registrazione del provino di Travis Fimmel. L’attore dall’accento australiano è sembrato subito genuino, forse perché la scena “era girata nella cucina della fattoria di famiglia, lui non si era travestito ridicolamente e tutto sembrava naturale”. Così ecco servito il vichingo per eccellenza!

Serio e campagnolo – Non sarà certo violento come il guerriero Ragnar Lothbrok, ma l’attore e modello australiano svela molti aspetti in comune con il suo personaggio. Descrivendo il vichingo del piccolo schermo Fimmel parla di una persona certamente cinica e senza scrupoli, ma molto curiosa e orientata alla famiglia e alla collettività, proprio come lui. D’altronde durante una recente intervista è lo stesso Fimmel a raccontare: “Siamo entrambi ragazzi di campagna che cercano di fare del bene e di rendere orgogliose le nostre famiglie. Tutti e due vorremmo vivere in campagna. Devi darti da fare e capire se ne vale la pena o no. Personalmente spero di poter vivere ancora in mezzo ai campi, ma per adesso sono occupato dal mio lavoro, con tutte le opportunità che mi sta dando”. Anche se c’è da scommettere che razzie e saccheggi non siano la sua aspirazione…

Muscoli e chioma – Se anche l’occhio vuole la sua parte, Fimmel non delude. Muscoli scolpiti e barba e chioma incolta lo rendono misterioso e affascinante, proprio come deve essere il personaggio a cui ruotano attorno le vicende di Vikings. Ma quei lunghi capelli sono davvero i suoi? Prima che raggiungessero la lunghezza necessaria, la testa di Fimmel veniva rinfoltita dalle extension. “Le extension sono fatte con capelli veri e sono molto costose… ma vogliamo che i personaggi abbiano un aspetto il più possibile autentico. Sì, sono costose, ma ne vale la pena, in una produzione come questa con tante scene di battaglia i capelli devono essere ben fissati e liberi di muoversi durante il combattimento”, dice l’hair stylist della serie Dee Corcoran.

Infine, se non è un sorriso da Vikingo questo…