Si è spento all'eà di 93 l'attore britannico Peter Vaughan (il cui vero nome era Peter Olm)

Nella sua lunga carriera di caratterista Vaughan aveva interpretato tra gli altri il ruolo del padre di Anthony Hopkins in 'Quel che resta del giorno' e lo zio in carrozzina in 'Funeral Party'.
Aveva cominciato a lavorare negli anni '60, tra l'altro con Frank Sinatra in 'Colpo su colpo' (The naked runner), anche se per i britannici il suo volto e' legato alla sitcom Porridge degli anni '70


Aveva lavorato anche nel cinema italiano: con Giuseppe Tornatore in La leggenda del Pianista sull'Oceano e con Ricky Tognazzi in Canone Inverso.

Ma i fan di tutto lo ricorderanno per aver interpretato l maestro Aemon Targaryen nella prima, terza, quarta e quinta stagione della serie televisiva Il Trono di Spade

Per cui la mente va all'elogio funebre pronunciato da Samwell Tarly del Banchetto dei Corvi,  quarto capitolo della saga delle Cronache del ghiaccio e del fuoco la serie di romanzi fantasy scritti dall'autore statunitense George R. R. Martin che sono alla base della serie tv Il Trono di Spade

 

"Era un brav'uomo…No. Era un grande uomo. Un maestro della Cittadella, portava la catena del suo ordine, ed era un confratello giurato dei Guardiani della Notte, per sempre fedele. Alla nascita gli è stato dato il nome in un eroe trapassato in troppo giovane età, ma per quanto egli abbia vissuto a lungo, la sua vita non è stata meno eroica. Mai è esistito uomo più saggio, più gentile o sensibile. Alla Barriera, negli anni del suo servizio, non meno di dodici lord comandanti si sono alternati alla guida della confraternita, ma lui è sempre stato al suo posto a consigliarli. Lui stesso avrebbe potuto diventare re, ma quando gli offrirono la corona disse di darla al suo fratello minore. Quanti farebbero lo stesso? Aveva sangue di drago, ma alla fine il fuoco si è estinto. Il suo nome era Aemon Targaryen. E ora la sua guardia si è conclusa."