Inizialmente c’erano pochi nomi, ma poi si è allungata. Stiamo parlando della famigerata “Lista di Arya”, cioè l’elenco formato dai nomi delle persone che la giovane e combattiva lupetta di casa Stark ha giurato di far fuori per vendicare non solo la sua famiglia, ma anche alcuni amici. L’ultima spunta è da mettere di fianco al nome di Walder Frey, ucciso dalla ragazza proprio nel finale della sesta stagione, ma il lavoro è ben lontano dall’essere compiuto. In attesa della settima e penultima stagione de Il Trono di Spade, che andrà in onda il prossimo anno durante l’estate, ecco a che punto siamo.

 

 

 

 

 

Il Mastino: VIVO. Era sulla lista per aver ucciso Mycha, il figlio del macellaio. In realtà Arya pensa che Sandor Clegane sia morto, l’aveva lasciato più di là che di qua dopo lo scontro con Brienne, ma il Mastino è un osso duro, durissimo, e siamo praticamente certi che prima della fine della serie i due si incontreranno di nuovo.

 

Joffrey Baratheon: MORTO. L’odioso figlio di Cersei e Jaime è finito sulla lista per aver ordinato l’esecuzione di Ned, ma, purtroppo per lei, Arya non potrà vendicare direttamente suo padre, perché Joffrey muore avvelenato il giorno del suo matrimonio. Per i ringraziamenti, scrivere a Olenna Tyrell e a Ditocorto.

 

Walder Frey: MORTO. Sgozzato dalla giovane Stark dopo aver allegramente mangiato la carne dei suoi figli, finiti in un gustoso piatto cucinato dalla stessa Arya. ARGH! Lord Walder era finito nella lista per aver orchestrato le Nozze Rosse, dove hanno perso la vita Catelyn e Robb.

 

Cersei Lannister: VIVA. Anche lei è nella lista per aver orchestrato la morte di Ned, ma arrivare fino alla leonessa di casa Lannister ora che siede sul trono potrebbe essere veramente difficile. Dopo l’addestramento a Braavos, però, non impossibile.

 

Ilyn Payne: VIVO. Ilyn Payne è stato il boia di Ned Stark, ecco il motivo per cui è finito sulla lista.

 

Ser Meryn Trant: MORTO. Arya l’ha ucciso proprio a Braavos, peraltro contravvenendo alle regole di Jaqen. La colpa di Ser Meryn? Aver ucciso (presumibilmente) Syrio Forel. Se poi aggiungiamo che era chiaramente un pedofilo…beh, diciamo che non ci manca per niente!

 

La Montagna: VIVO. O meglio, morto vivente! Arya lo mette nella lista a causa delle torture viste ad Harrenhal, ma nuovamente, la giovane lupetta è arrivata in ritardo. Grazie a Qyburn, però, potrebbe avere un’altra chance.

 

Tywin Lannister: MORTO. Di nuovo, Arya non potrà mettere la spunta a un nome della lista, ma soltanto perché Tyrion l’ha preceduta. Il patriarca della casata del leone, infatti, viene ucciso proprio dal figlio minore dopo averlo fatto condannare a morte per l’avvelenamento di Joffrey. Perché Tywin era sulla lista? Per lo stesso motivo di Walder Frey: orchestrò le Nozze Rosse.

 

Melisandre (AKA la Donna in Rosso): VIVA, vegeta e vecchissima! La sacerdotessa del Signore della Luce è finita nella lista di Arya per aver rapito Gendry, per il quale la giovane Stark aveva un debole: vendetta, tremenda vendetta!

 

Beric Dondarrion e Thoros di Myr: VIVI. E in compagnia del Mastino. I due sono stati aggiunti alla lista per aver venduto Gendry a Melisandre, e, di nuovo, siamo sicuri che il loro cammino incrocerà nuovamente quello di Arya.

 

 

Per ora è tutto, Valar Morghulis.