Lenny non ha bisogno di spiegare e di spiegarsi: lui parla direttamente con l’Altissimo. E voi spettatori non dovete cercare di indovinare cosa potrebbe o non potrebbe succedere, o perché Lenny fa una cosa anziché un’altra: dovete solo godervi gli episodi di The Young Pope, in onda ogni venerdì alle 21.15 su Sky Atlantic. In attesa del prossimo appuntamento, previsto per il 4 novembre, andiamo a scoprire cosa accadrà nel quinto e nel sesto episodio.

 

 

 

 

 

Episodio 5. Prima di prepararsi a convocare i cardinali per comunicare loro un messaggio completamente destabilizzante e assolutamente reazionario, destinato quindi a rivoluzionare il concetto di fede, Lenny si concede qualche ora di libertà “in incognito” al di fuori delle mura vaticane in compagnia dell’amico d’infanzia Dussolier. E’ con lui, infatti, che Belardo è cresciuto in orfanotrofio, ed è sempre con lui che è entrato in seminario, dunque quale compagno d’avventure migliore di lui? Voiello è tormentato: grazie alla collaborazione di Esther potrebbe avere in mano lo scandalo tanto desiderato, ma non è più così sicuro che il suo piano sia la cosa giusta. Una chiacchierata con Suor Mary sarà decisiva.

 

 

 

 

 

Episodio 6. Sono passati ormai nove mesi dall’elezione di Lenny. Esther, grazie alla sua intercessione, è finalmente diventata madre, e la cosa lo riempie di gioia. Allo stesso tempo, però, lo turba. Il giovane Papa sta attraversando un periodo di debolezza, ma tutto il Vaticano è nella stessa situazione, e proprio a causa delle sue politiche reazionarie e intransigenti. L’incontro, il primo, col Primo Ministro italiano e le richieste anacronistiche del pontefice non faranno che aggravare la situazione. Dussolier decide di tornare nella sua diocesi, in Honduras, per salutare la sua comunità, ma ad attenderlo ci sarà anche il suo recente passato. A proposito di Dussolier: sarà proprio a lui che Lenny chiederà di iniziare una crociata contro i preti omosessuali, e le conseguenze, come si può immaginare, saranno non solo immediate, ma anche tragiche. Gutierrez viene eletto Cardinale, e subito dopo parte per gli Stati Uniti, per New York precisamente, dove dovrà investigare sul caso Kurtwell.