E finalmente fumata bianca fu. Alle ore 16.00, nel giorno del debutto di The Young Pope su Sky Atlantic, a Milano Santa Giulia, dove si trova la sede di Sky, il cielo azzurro di una splendida giornata d’autunno ha fatto da sfondo a quello che da secoli e secoli è uno dei messaggi più attesi dai fedeli cattolici di tutto il mondo: l’annuncio dell’avvenuta elezione di un nuovo pontefice.

 

Possiamo dunque dire “Habemus Papam!”, e non si tratta di un Papa qualunque. Qui stiamo parlando di un rivoluzionario, di un santo, come lo definirebbe qualcuno. Qui stiamo parlando di Papa Pio XIII, un personaggio veramente unico nel panorama seriale internazionale.

 

Stiamo parlando del primo pontefice americano della Storia. Giovane e affascinante, la sua elezione sembrerebbe il risultato di una strategia mediatica semplice ed efficace del collegio cardinalizio. Ma, com’è noto, le apparenze ingannano. Soprattutto nel luogo e tra le persone che hanno scelto il grande mistero di Dio come bussola della loro esistenza. Quel luogo è il Vaticano, quelle persone sono i vertici della Chiesa. E il più misterioso e contraddittorio di tutti si rivela Pio XIII. Scaltro e ingenuo, ironico e pedante, antico e modernissimo, dubbioso e risoluto, addolorato e spietato, Pio XIII prova ad attraversare il lunghissimo fiume della solitudine dell’uomo per trovare un Dio da regalare agli uomini. E a se stesso.

 

I primi due episodi di The Young Pope andranno in onda su Sky Atlantic venerdì 21 ottobre alle 21.15: siete pronti per la rivoluzione di Lenny Belardo?