Gael García Bernal torna con Mozart in the Jungle 2

 

Dal 29 giugno potremo tornare ad ammirare su Sky Atlantic uno dei migliori attori messicani mai esistiti, ovvero il simpatico e talentuoso Gael García Bernal. Lo vedremo calarsi nei panni del direttore d'orchestra "tutto cuore e pancia" Rodrigo De Souza, nel corso della seconda, attesa stagione di Mozart in the Jungle, in onda con due episodi ogni mercoledì alle 21.10.

 

Ma quali sono i ruoli migliori di sempre di Gael García Bernal? Difficile sceglierne solo alcuni, anche perché di film ne ha girati davvero tanti. Abbiamo provato a individuare i cinque più significativi, anche se questo ha comportato l'esclusione di pellicole eccezionali come Babel o La mala educacion

 

 

La Top 5 di Gael García Bernal

 

Amores Perros (2000)

Nel film che ha fatto conoscere al pubblico internazionale il regista suo connazionale Alejandro González Iñárritu, Gael è Octavio, protagonista di uno dei tre episodi della pellicola. Octavio ha una relazione clandestina con la moglie di suo fratello. In cerca di soldi per fuggire con la sua innamorata, fa partecipare il suo cane a una serie di combattimenti clandestini. Da questa scelta conseguono però una serie di sfortunati eventi, che avranno un influsso anche sugli altri episodi del film.

 

 

Y tu mamá también (2001)

Gael García Bernal al lavoro con un altro grande regista messicano, ovvero Alfonso Caurón. Questa volta il nostro beniamino è Julio, che con il suo amico per la pelle Tenoch parte in direzione di una spiaggia lontana con una donna più grande di loro. Il viaggio cambierà la vita di tutti e tre.

 

 

I diari della motocicletta (2003)

Diretto dal brasiliano Walter Salles, Gael si cala negli impegnativi panni di un giovanissimo Ernesto Guevara, giovane studente di medicina molti anni prima di divenire noto come "Che" grazie alle sue imprese rivoluzionarie sulla lontana isola di Cuba. Qui il ragazzo parte in un viaggio di formazione per il Sud America a bordo di una motocicletta scassata guidata dall'amico di sempre Alberto Granado. Quel che vedranno lungo il cammino contribuirà alla formazione delle idee politiche del giovane.

 

 

L'arte del sogno (2006)

Il regista francese Michel Gondry, noto per i suoi visionari videoclip, pone Gael nei panni dell'eterno sognatore Stéphane Miroux, che è solito mescolare la realtà con le sue bislacche fantasticherie. Questa predisposizione rischia però di compromettere la storia d'amore con Stéphanie, la sua dolce vicina di casa interpretata da Charlotte Gainsbourg.

 

 

No - I giorni dell'arcobaleno (2012)

Questa volta con la complicità del cileno Pablo Larrain, l'attore messicano interpreta il pubblicitario René Saavedra, inizialmente disimpegnato, ma poi sempre più coinvolto nelle questioni politiche quando si ritrova a congegnare la campagna di comunicazione per far passare un referendum contro il dittatore Augusto Pinochet.

 

 

Mozart in the Jungle (2015-oggi)

Ed eccoci finalmente al ruolo che una volta di più ha fatto apprezzare Gael García Bernal alle platee di tutto il mondo. Nella serie tv in onda su Sky Atlantic, è l'imprevedibile ma geniale direttore d'orchestra Rodrigo de Souza, che viene a chiamato a condurre la New York Philharmonic, messa sottosopra dai suoi metodi poco convenzionali. Rodrigo vuole come sua assistente l'aspirante oboista Hailey Rutledge (Lola Kirke), che sogna un posto proprio nella Filarmonica. Pronti alle nuove puntate? Allora l'appuntamento è per il 29 giugno su Sky Atlantic!