Sulle pagine del libro era Mr. Burr il protagonista. Che adesso, sul piccolo schermo, lascia il posto ad una signora, pure in dolce attesa. È la prima cosa che ha notato lo scrittore John Le Carré guardando The Night Manager, la mini-serie in sei puntate in onda dal 20 aprile su Sky Atlantic ispirata al suo omonimo romanzo del 1993. Già numerosi successi letterari dell’autore sono finiti nell’universo cinematografico, ma questa è una delle volte in cui la sceneggiatura si allontana maggiormente dall’originale: “Hanno scelto una donna come agente dei servizi segreti, hanno cambiato la location e anche il finale”, dice al Guardian. “Ma la storia funziona”, ha aggiunto. D’altronde Le Carré aveva avuto già da subito dei dubbi quando ha saputo che “Il direttore di notte” sarebbe diventato un film di sei ore per la tv adattato ai nostri tempi, ma a giudicare dal successo di pubblico ottenuto negli Stati Uniti, dove la serie è già giunta al termine, gli spettatori probabilmente approveranno le scelte del regista.



Novità targata Stephen King – Se si parla di libri finiti davanti alla macchina da presa non si può evitare di nominare il recente 22.11.63, serie in otto episodi in onda ogni lunedì sera su FOX (canale 106 e 112 di Sky) basata sull’omonimo libro del maestro dell’horror. Prodotta dal regista J.J.Abrams, vanta un cast d’eccezione con James Franco protagonista assoluto, alla scoperta dell’assasino del presidente John F. Kennedy (il titolo della serie indica proprio la data dell’omicidio). In passato, ancora prima della pubblicazione del libro, già il regista Jonathan Demme si era interessato ad una trasposizione per la tv, ma il progetto è naufragato a causa di alcune incomprensioni con Stephen King.



Da Game of Thrones a House of Cards - The Night Manager e 22.11.63 sono solo gli ultimi adattamenti per la tv di un romanzo. Prendiamo Il Trono di Spade, la cui attesissima sesta stagione approderà su Sky Atlantic il prossimo 25 aprile in contemporanea con la messa in onda americana: la perla di HBO ha preso ispirazione dal genio creativo di George R. R. Martin con “Cronache del Ghiaccio e del Fuoco”. La saga letteraria ha preso il via all’inizio degli anni Novanta e l’idea iniziale era quella di dare vita ad una trilogia, ma gli intrighi dei Lannister e compagni si sono fatti tanto coinvolgenti da essere necessari ben sette libri per raccontare l’intera epopea. E la serie non intende arrestarsi: “Abbiamo stabilito che andremo avanti fintanto che George R.R. Martin continuerà a scrivere”, ha dichiarato il co-presidente di HBO Richard Plepler. Come i personaggi delle casate dei Sette Regni, anche Frank Underwood è uscito dalle pagine di un libro per approdare sul piccolo schermo: House of Cards è ispirato al libro di Michael Dobbs. Le cose, dal libro alla serie della BBC, sono però molto diverse: anziché nello Studio Ovale della Casa Bianca, il protagonista del romanzo si muove all’interno del sistema governativo britannico degli anni Ottanta. Quel che non cambia sono i giochi di potere, i segreti e i colpi bassi che caratterizzano lo show, giunto alla sua quarta stagione.

Gomorra e gli altri - E ancora, anche The Leftovers è partito dal libro di Tom Perrotta (anche produttore esecutivo della serie) “Svaniti nel nulla”. Mentre le avventure dell’insospettabile killer Dexter prendono spunto da “La Mano Sinistra di Dio” di Jeff Lindsay. Il titolo originale del romanzo è Darkly Dreaming Dexter, da qui il titolo della serie tv. Infine, non dimentichiamo Gomorra – La serie: ispirata all’omonimo romanzo di Roberto Saviano, la seconda stagione arriverà su Sky Atlantic il 10 maggio con un doppio appuntamento ogni martedì alle 21.10.