Dopo The Best Seat In The House, il video in cui a parlare sono gli operatori di macchina, ecco Prosthetics, il nuovo dietro le quinte rilasciato da HBO che ci porta a scoprire come nascono gli estranei e come viene creato il trucco prostetico del Re della Notte e del suo esercito di non morti. Non tutti gli effetti speciali vengono infatti realizzati con la grafica computerizzata: alcuni sono il risultato di ore e ore del paziente e minuzioso lavoro manuale degli esperti in make-up prostetico. A spiegarci come vengono realizzate le protesi che gli attori andranno a indossare è Barrie Gower, prosthetic designer della serie:

 

 

Gower, che è cresciuto a pane, Star Wars e cinema sci-fi degli anni Settanta, ha una vera e propria passione per il trucco prostetico, infatti fin da piccolo faceva esperimenti in materia. Come biasimarlo? Gli piaceva costruire creature, mostri e affini, e gli piace tuttora, non ha caso ha scelto questo ramo come professione. Se poi aggiungiamo che lavora per Game of Thrones…beh, cosa potrebbe volere di più?

 

“Disegniamo i personaggi, poi entrano in gioco i pittori, gli scultori, gli esperti per la parte dei capelli. E’ veramente un processo artistico a tutto tondo”. La praticità è poi un aspetto importante: gli attori devono essere comunque liberi di muoversi al meglio…e di respirare!

 

Dite la verità: pensavate che il Re della Notte fosse frutto della magia della CGI, non è vero? E invece no: è reale, tangibile, ed esiste grazie al lavoro del team di Gower! Ma da dove si parte: dai calchi degli attori. Visi, braccia, gambe, etc, per poter creare protesi su misura. Poi ci vogliono giusto quelle due o tre ore per incollare il tutto, e via: pronti per la macchina da presa!

 

Ma qual è stata la sfida più grande? Senza dubbio la battaglia di Aspra Dimora, durante l’ottavo episodio della quinta stagione, che, però, è venuta veramente bene. Complimenti!

 

 

La sesta stagione de Il Trono di Spade, che sarà composta da dieci episodi, debutterà in Italia la notte tra il 24 e il 25 aprile in esclusiva su Sky Atlantic in versione originale sottotitolata, in contemporanea con la messa in onda statunitense.