Abuso di potere. Complotti. Omicidi. La politica americana torna sul piccolo schermo con la quarta stagione di House of Cards e per prepararci alle prossime avventure di Frank Underwood (in onda in esclusiva per l’Italia su Sky Atlantic ogni mercoledì a partire dal 9 marzo) scopriamo come il leader politico più spietato della televisione sia fra i personaggi più imitati online.

Il parrucchino di Jimmy Fallon
- Fra le parodie meglio riuscite c’è quella ad opera di Jimmy Fallon. Il comico statunitense non è certo nuovo a bizzarrie simili (in passato si era già imbucato nel cast di Breaking Bad e Downtown Abbey), ma nei panni di Frank Underwood è davvero esilarante. Sarà per quell’ostentato accento della Carolina del Sud o per quel parrucchino che gli dona un aspetto un po’ artificioso, ma quando Fallon – proprio come il protagonista di House of Cards – guarda dritto in camera cimentandosi in uno dei noti monologhi non si può trattenere un ghigno divertito. Al suo fianco nei panni della first Lady Claire spunta l’attrice Ellen Barkin.





In salsa sit-com - Come apparirebbe la serie tv House of Cards se Frank Underwood lasciasse da parte manipolazioni e intrighi? Hanno provato ad immaginarla Clark Baxtresser e Pierce Siebers del duo musicale dei TalkFine: il motivetto che fa da sigla alla più tipica delle sit-com fa apparire Frank come il bravo ragazzo della porta accanto e anche la scena in cui il leader politico spinge la giovane giornalista Zoe sui binari della metropolitana, inserita nel video pubblicato su YouTube, acquista tutto un altro sapore con una colonna sonora del genere.



Un po’ come succederebbe se l’infinita, oscura, sigla di House of Cards venisse sostituita dall’inconfondibile hit che introduce le strambe avventure dei protagonisti di Friends: nel giro di un ritornello l’identità noir di House of Cards lascerebbe il posto a una commedia stravagante che ruota attorno a Frank e Claire Underwood e alle loro folli vite a Washington.



Lego, Muppet & Co. – Se da una parte House of Cards va al college, dove Frank Underwood Jr. è l’ambizioso membro di una confraternita in Animal House of Cards, dall’altra l’attore Kevin Spacey assume le sembianze di un Muppet e, anziché i maggiori leader della politica americana, incontra i Tre Porcellini delle favole per bambini nel video parodia House of Bricks realizzato dal cast di Sesame Street, programma americano per ragazzi. E ancora, niente male la versione Lego che propone una Casa Bianca fatta di mattoncini colorati. Ma fra i video più amati spunta il mash-up fra House of Cards e Game of Thrones: c’è da scommettere che in House of Thrones Frank saprebbe dare filo da torcere pure agli abitanti dei Sette Regni.