Il paese è in guerra, i tessuti sono utilizzati per confezionare le divise dei soldati e le case di moda devono accontentarsi di materiali poveri, pensando ad abiti votati alla sobrietà e alla praticità, anche per le donne. Gonne dalle linee dritte, giacche dalle spalle squadrate, completi che ricordano le divise militari: sono i look sfoggiati dalle signore d’America negli anni Quaranta, gli stessi proposti dalle protagoniste di Manh(a)ttan, la serie tv in onda ogni lunedì sera a partire dal 28 dicembre su Sky Atlantic che racconta la storia degli scienziati che lavorarono al famoso Progetto Manhattan, che portò alla costruzione delle prime bombe atomiche.  Ora le attrici che hanno preso parte al cast (scopri i personaggi) dello show creato da Sam Shaw raccontano come la scelta dei costumi di scena ha influito sul carattere del personaggio che interpretano.

 

 

Sulla Collina sono le donne a portare i pantaloni. Come spiega l’attrice Katja Herbers che per entrare a fare parte dei protagonisti della serie tv ha dovuto prendere dimestichezza con tavola degli elementi e strumenti di laboratorio: “Amo tutti i miei vestiti!” dice, per poi lasciarsi andare ad un’ode ai pantaloni che la fanno sentire forte, interessante, una vera donna. D’altronde  l’attrice tedesca presta il volto alla Dr.ssa Helen Prins, una delle scienziate scelte dal Dr. Frank Winter insieme a pochi altri eletti per condurre il progetto commissionato dal governo degli Stati Uniti. A vita alta con una camicetta femminile, tinta unita abbinanti ad una giacca dal taglio maschile e così via, basta che siano pantaloni.

 

Ha fatto delle fasce per capelli il suo punto di forza, invece, la Dr.ssa Liza Winter. Lei è un’esperta di botanica e nella serie tv è la prima a sospettare gli effetti devastanti che le radiazioni prodotte da un’esplosione atomica avrebbero avuto su popolazione e ambiente, inoltre è la moglie di Frank Winter, colui che guida il gruppo di scienziati della Collina, dunque doveva trovare un modo per distinguersi, anche nell’aspetto. Olivia Williams, l’attrice che la interpreta, parla del look del suo personaggio descrivendolo come androgino, che si tratti di completi pantalone o gonne. Tuttavia il suo stile è piuttosto eccentrico: difficilmente le si vedrà addosso un abito tinta unita, a favore di fantasie floreali e disegni geometrici. 

 

Il rosa in tutte le sue tonalità, fiori dappertutto e make-up talvolta molto marcato fanno di Abby Isaacs la protagonista più femminile di Manh(a)ttan. Ad interpretarla è l’attrice  Rachel Brosnahan che con quel guardaroba sensuale ed elegante le sa donare sul set l’aspetto di una giovane donna fresca e frizzante, senza mai un dettaglio fuori posto. Anche nelle situazioni più difficili (lei è la moglie del giovane fisico Charlie Isaacs e nel corso della storia verrà presto a conoscenza di segreti piuttosto pericolosi) non perde la sua raffinatezza.