Elegante e carismatica, amica e mentore di Giovanni, Anna è la sua analista-supervisore. È una bella donna, elegante nei modi, molto femminile e curata, vive sola nella sua grande casa-studio da quando suo marito Paolo è morto. La vita di Anna  gira intorno a poche cose: lo studio, la lettura e la scrittura, per il resto poche distrazioni. Niente intorno a lei è fuori posto, tutto sembra frutto di un ordine ragionato che mette non poco a disagio i rari ospiti che le fanno visita.

 

Alla morte del marito, Anna ha deciso di abbandonare la libera professione, senza accantonare definitivamente il suo mestiere. La relazione tra Anna e Giovanni non è stata solo professionale, ma anche di amicizia, il loro rapporto è denso di sentimenti, spesso contrastanti, fatto di conflitti intellettuali e carico di un’emotività straordinaria.

 

in treatment: la playlist