Nuova stagione, nuova ambientazione, nuovi personaggi, nuova indagine, e nuova sigla: True Detective si rinnova completamente, e la sequenza iniziale, fondamentale per inquadrare il mood della storia, non fa eccezione. Pur mantenendo lo stesso effetto estetico di quella dell’anno scorso (colori a parte, lo stile è quello), la nuova opening sequence non potrebbe essere più diversa:




A firmare il pezzo scelto a corredo delle immagini è niente meno che Leonard Cohen. La canzone, Nevermind, fa parte della produzione recente del cantautore, precisamente dell’album del 2014 Popular Problems. All’inizio la sensazione di straniamento è forte, nelle nostre teste risuona ancora la strascicata Far From Any Road di The Handsome Family, ma col passare delle visioni non si può non essere d’accordo con questa scelta. Le parole di questo componimento in musica – Cohen è infatti anche poeta, e infatti il testo di Nevermind nasce proprio come poesia – non potrebbero poi essere più azzeccate, un giusto mix di nichilismo e accettazione.

The war was lost            La Guerra è persa
The treaty signed           La pace è stata firmata
I was not caught             Non mi hanno preso
I crossed the line            Ho superato il confine

I was not caught              Non mi hanno preso
Though many tried         Ma ci hanno provato in tanti
I live among you              Vivo in mezzo a voi
Well disguised                  Ben mimetizzato

Di seguito, il pezzo originale in versione integrale, mentre cliccando su questo link trovate il testo con la traduzione:




La seconda stagione di True Detective è in onda in esclusiva ogni lunedì su Sky Atlantic: alle 21.10, a partire dal 29 giugno, verrà trasmesso l’episodio in versione doppiata, mentre a seguire, alle 22.10, andrà in onda quello in versione originale sottotitolata.