di Fabrizio Basso
(inviato a Nola)

Siamo a pochi chilometri da Napoli, e sembra di essere a Gomorra. Nel senso letterario e fantastico del termine. Perché è in questa cittadina, a una manciata di chilometri dal capoluogo partenopeo che, in questo periodo, sono in corso le riprese della seconda stagione di Gomorra - La serie. Ed è in questi luoghi di alleanze e cospirazioni che abbiamo incontrato Marco d'Amore, volto e corpo del non eroe Ciro di Marzio.

Marco D'Amore, c'è ancora chi dice che Gomorra - La serie è troppo cruda.
Mi fa sorridere questa idea. Se qualcuno dei veri camorristi ha visto la serie si è fatto quattro risate.
Perché?
Il nostro è un lavoro crudo e feroce per cercare di avvicinarci alla realtà.
Ci fa un esempio?

Certo. La scena di quando con Genny (Salvatore Esposito, ndr) abbiamo sparato a un drogato, i bambini che assistevano da spettatori avevano vissuto situazioni così molte volte.
Inquietante.
Quello che per noi è "finzione" loro lo hanno visto e vissuto.
Come ha cambiato la sua vita Gomorra - La Serie?
Vivo barricato in casa.
Scherza?
E' talmente tanto l’affetto che è difficile fare cose normali: sono timido e rischio di passare per snob. Basta vedere quando arriviamo a lavorare. Anche qui a Nola, quanta gente arriva sulla scena.
Dopo il primo ciclo di Gomorra che ha fatto?
Ho girato Perez di Edoardo de Angelis e Alaska di Claudio Cupellini. In questo secondo caso ho girato a Bolzano e Milano, è un piccolo ruolo solo per amicizia. E’ una storia d’amore.
Poi c'è Un posto sicuro girato da lei e che parla della tragedia eternit a Casale Monferrato.
Uscirà tra ottobre e novembre, è il film più bello mai visto.
Lo dice perché è il suo...
Anche. Lo ho fatto con pochi soldi, con me ci sono Giorgio Colangelo e Matilde Gioli, e in regia c'è Francesco Ghiaccio: è tutto girato a Casale Monferrato.
Merita schermi importanti per il suo valore sociale.
Speriamo di presentarlo a Venezia alla prossima Mostra del Cinema. Il film vanta un migliaio di comparse e si sono tutti prestati gratuitamente.
Le hanno proposto ruoli simil Gomorra - La Serie?
Mi hanno contattato per una fiction sulla Finanza, ma visti i recenti trascorsi artistici mi sentivo troppo cattivo per fare il finanziere.