“Una cena da re. Ma poco adatta agli schifiltosi” (The Telegraph). “Siamo sopravvissuti al banchetto. Giusto in tempo per vedere la quinta stagione” (GQ). “Il viaggio culinario più strano della mia vita” (The Sun). “Il banchetto è stato fantastico. E alla fine eravamo tutti vivi” (The Daily News Reporter). Sono questi alcuni dei giudizi espressi da chi ha avuto la fortuna di partecipare a “All Men Must Dine”, la cena speciale organizzata a Londra da HBO UK per il lancio dell’edizione Blue Ray della quarta stagione della serie.

Ecco un video della serata



Tra corvi neri, contorsioniste sul tavolo, maialini dati a fuoco e danze a tema, il ristorante pop-up è senza dubbio riuscito a ricreare dal vivo le atmosfere fantasy-medievali viste nella serie. Peccato solo che fosse un’esperienza temporanea: il ristorante è rimasto aperto per soli tre giorni; e non si sa ancora se l’esperienza verrà replicata.


Gli ospiti sono stati accolti nella Masonic Temple Room dell’Andaz Liverpool Street Hotel, dove era stato imbastita la tavolata “intima” in stile Trono di Spade. Con tanto di colonna sonora a tema: "The Rains of Castamere", che nella serie rappresenta l’inno di battaglia dei Lannister (ed è stata cantata sia dai National che dai Sigur Ros).


La serata è iniziata con un cocktail di benvenuto con l’avvertenza (d’obbligo): “Non contiene veleno!”.


Come vuole la tradizione di Westeros, gli ospiti sono stati intrattenuti con le contorsioni su tavola. In questo caso si trattava della nota danzatrice Pixie Le Knot.


Sul tavolo, poi, gli ospiti hanno trovato una busta sigillata, dentro la quale si nascondeva il menù della serata: tutte le portate avevano i nomi di eventi accaduti nella serie.


Il menù comprendeva diverse portate, tra cui:
- “L’omicidio di Re Joffrey”: torta di piccione speziato con frutta secca e mandorle;
- “Le bugie di Tyrion Lannister e la sua innocenza proclamata”: Lingua di vitello stufata con barbabietola, rafano e mostarda della città vecchia;
- “Racconti dall’est dei draghi di Daenerys”: Scotch egg con stinco di maiale, prugne, mele e salvia;
- “Il potere crescente della casa dei Tyrell e la sua influenza su King’s Landing”: un’insalata di tarassaco, crescione d’acqua, fiori di mostarda, noci sotto aceto e pera;
- “Le sorti dei Greyjoy nel nord e il massacro a Moat Cailin”: pane con burro d’alga;
- Altre sorprese.

Ecco alcune delle foto delle pietanze condivise su Twitter dagli ospiti.



Tra le portate più scenografche, senza dubbio il maiale “sacrificato” da un’attrice vestita da Melisandre.


Per dessert era prevista una crème brûlée servita dentro un finto osso, con tanto di crema rossa per dare più autenticità al tutto.

E, per finire, un nuovo cocktail chiamato “A Song of Ice and Fire”, adatto solo a chi aveva (ancora) stomaco: rum speziato con the chai, spezie di Quarth e assenzio di fuoco di drago.