Al centro c’è lui, Francis J. Underwood, e la sua fitta rete di relazioni. Anzi, sarebbe meglio chiamarle “connessioni di potere”, come ha fatto di recente LinkedIn quando, in occasione dell’arrivo della seconda stagione di House of Cards (in replica su Sky Atlantic), ha realizzato una mappa dell’intricato network di Underwood.

null

I colori dell’infografica aiutano anche lo spettatore più distratto a orientarsi meglio nel mondo di Underwood. In rosso c’è la Casa Bianca e tutto il suo staff: dal presidente Walker alla preziosa Linda, passando per l’alleata-nemica Jackie Sharp e l’insostituibile guardia del corpo Meechum. In viola, invece, ci sono i non affiliati della Casa Bianca che riescono però a influire in maniera non indifferente sull’operato del presidente: ecco quindi l’ingombrante lobbysta Remy Danton e l’onnipresente Raymond Tusk. In rosa vengono poi visualizzati i giornalisti, a cominciare dalla tenace Zoe, ma anche Tom, Janine e Lucas (il cui ruolo diventerà sempre più importante nella seconda stagione).
Per trovare la famiglia bisogna invece spostarsi a destra, dove in blu si trova l’hub di Claire Underwood, mentre giù in verde, il network del fidatissimo braccio destro Doug Stamper (in compagnia di Rachel, Lisa e Tammy).

“Dal primo stage alla Presidenza degli Stati Uniti le connessioni contano molto”, spiegano gli esperti di LinkedIn che per l’occasione hanno anche rilasciato 4 strategie di vendita basate sul comportamento di Frank Underwood.

1) Conosci (e fai crescere) il tuo network - Frank è bravissimo a farsi sempre nuovi alleati, promettendo loro quello che più desiderano. “Sa bene che si fidano, e lui li utilizza per raggiungere i propri obiettivi”, spiegano gli esperti di LinkedIn, sottolineando come “vendere è uno sforzo di gruppo. Il tuo network gioca un ruolo fondamentale per raggiungere risultati importanti”.

2) Racconta una storia avvincente - Frank Underwood sa come conquistare la platea grazie a storie e aneddoti in grado di di fare presa. Lo stesso vale per il businessman di successo: non serve solo presentare buoni dati, ma anche raccontare una storia avvincente che apre nuove prospettive al cliente” -

3) Impegnati in prima persona - Frank Underwood si fida ciecamente dell’assistente Doug Stamper, ma non ha paura di sporcarsi le mani in prima persona, sia con gli amici che con i nemici. La lunga permanenza a casa di Raymond Tusk, ad esempio, gli permette di conoscere meglio i suoi punti deboli. Anche nel business, secondo gli esperti di LinkedIn, bisogna sempre metterci un tocco personale -

4) Non speculare - Frank ha sempre un piano, e non fa mai una mossa senza valutare per bene i rischi e i vantaggi, riuscendo così a rafforzare la propria tattica.

I consigli sono stati apprezzati anche dagli autori della serie, che hanno risposto con un tweet: “How fascinating”.