Un mondo spietato, che usa la povertà per selezionare ferocia: è il mondo di Gomorra – La serie, ed è di questo che discutono Roberto Saviano e Marco D’Amore nella quarta conversazione, in esclusiva per il sito di Sky Atlantic.

C’è un episodio in particolare che ha colpito l’attenzione dello scrittore e dell’attore – e sicuramente anche quella del pubblico –, il nono, quello in cui inizia la parabola discendente di Danielino, che verrà ricordato per la freddezza, la spietatezza e l’estrema crudeltà di Ciro l’Immortale, che non si ferma davanti a nulla, neanche una ragazzina terrorizzata.

A dirigere il segmento più disturbante della serie è stato Claudio Cupellini (come ricordato da Stefano Sollima nell’intervista che ci ha concesso), un compito difficile, perché, come dice Saviano, certe cose ti colpiscono dritte nella pancia. E Marco D’Amore, costretto a calarsi nella violenza del personaggio, non può che essere d’accordo.


L’appuntamento con gli ultimi due episodi di Gomorra – La serie, l’undicesimo e il dodicesimo, è per martedì 10 giugno alle 21:10 su Sky Atlantic e, in contemporanea, su Sky Cinema 1.