Al centro c’è Facebook con le sue torri a forma di Like, circondate dai fortini degli ultimi acquisti: Instagram e WhatsApp. Più in là si estende il regno di Google: tante piccole pedine su cui svetta il cerchio di Chrome e il simbolo “+1” d Plus; quando, poi, l’ingranaggio inizia a muoversi ecco comparire un’arena con il simbolo di YouTube. Mentre la camera si sposta, ecco un piccolo uccello blu che cinguetta: basta seguirlo per finire nel regno di Twitter, dove è tutto color-puffo. Dallo zoom out allo zoom in, ci avviciniamo al feudo di LinkedIn: è a forma circolare e molto chiuso (considerate le regole rigide del social network). Dopo una lunga piroetta della camera, una civetta prende forma su un’isola: si tratta del logo di HootSuite, noto servizio per il monitoraggio dei social media, i cui creativi si sono divertiti a immaginare una guerra tra social network in stile sigla d’apertura del Trono di Spade. Ecco il video.



Come molti video ispirati a Game of Thrones, anche questo è diventato subito virale: a meno di una settimana dal lancio su YouTube, già veleggia verso le 500.000 visualizzazioni. Qui sotto, invece, la sigla originale del Trono di Spade: dal 2011 ha collezionato più di 10 milioni di visualizzazioni.



HootSuite non è nuova a questo genere di visualizzazioni. Lo scorso anno aveva lanciato un’infografica in cui le casate di Westeros erano sostituite dai principali social network, con tanto di scontri calati nel mondo fantasy. Del tipo: la casata Twitter blocca la casata Google per il controllo della ricerca in tempo reale; la casata Facebook blocca la casata Twitter, dopo che quest’ultima aveva rimosso la visualizzazione diretta delle foto di Instagram.

null