di Linda Avolio
 
 
 
 
Primavera significa solo una cosa per i fan de Il Trono di Spade: l’arrivo di una nuova stagione della serie campione d’ascolti tratta dai libri della saga fantasy “Cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R.R. Martin.

Anche quest’anno, infatti, le speranze degli spettatori si sono rivelate ben riposte, perché la quarta stagione partirà ufficialmente su Sky Atlantic venerdì 18 aprile alle 21:10. Ma non è tutto: se proprio non state più nella pelle e non ne potete più di aspettare, non dovete fare altro che sintonizzarvi sempre su Sky Atlantic mercoledì 9 aprile alle 23:00, quando andrà in onda la versione sottotitolata.

Dov’eravamo rimasti? Dopo le tragiche Nozze Rosse, gli Stark sono ormai decimati, oltre che separati: Arya vaga per le Terre dei Fiumi in compagnia del Mastino; Sansa, che ora è sposata con Tyrion, è sempre prigioniera dei Lannister ad Approdo del Re; Bran è in viaggio oltre la barriera con i fratelli Jojen e Meera Reed, il fidato Hodor e il suo metalupo; Rickon è rimasto insieme a Osha, con cui sta andando a nascondersi in un posto sicuro.
Jon Snow, intanto, è di nuovo con i Guardiani della Notte, e il loro prossimo obiettivo sarà  fermare l’invasione dei Bruti.

Morto Robb, il Nord purtroppo è ora in mano a Roose Bolton, mentre Walder Frey si è autoproclamato Lord di Delta delle Acque, anche se Pesce Nero, Brynden Tully, è riuscito a fuggire, dunque potrebbe essere ancora vivo.
A non passarsela troppo bene, invece, è il mutilato Theon Greyjoy, ancora prigioniero del crudele e psicopatico Ramsay Snow. Suo padre Balon Greyjoy, però, sembra intenzionato a liberarlo, infatti è in viaggio verso Grande Terrore. Oppure vuole soltanto eliminare l’ennesimo ostacolo alla sua conquista delle Terre del Nord?

Approdo del Re è il punto nevralgico della storia. E’ lì, infatti, che Tywin Lannister continua a lavorare ininterrottamente per fare e disfare le alleanze più opportune, spesso in forma di matrimoni. Tyrion e Sansa, infatti, sono stati i primi, ma non saranno i soli: a seguirli, infatti, ci saranno Joffrey e Margaery Tyrell da una parte e Cersei e Loras Tyrell dall’altra. Con buona pace di Jaime, finalmente riunito alla sua famiglia e soprattutto alla sua amata sorella, che lo desidera anche se non ha più la sua mano da spadaccino.
Con lui è arrivata anche la prode Brienne, che ancora non sa della morte di Catelyn Tully. Lo scaltro Ditocorto, intanto, è in viaggio verso Nido dell’Aquila, dove convolerà a nozze con Lisa Arryn, così i Lannister, di fatto, avranno il controllo di quasi tutto il continente occidentale.

A Roccia del Drago, intanto, Stannis Baratheon si prepara a partire per il Nord dopo l’arrivo di una lettera inviata dai Guardiani della Notte: ora che Robb Stark è morto sarà lui il nuovo protettore delle Terre del Nord dai Bruti e molto probabilmente dagli Estranei.
Melisandre lo sprona a partire il prima possibile per fare la volontà del Signore della Luce, mentre Davos Seaworth va contro il volere del suo lord e libera di nascosto Gendry, che riesce a fuggire.

A Essos, Daenerys è ufficialmente diventata una liberatrice di schiavi, e dopo Astapor si prende anche Yunkai, per la gioia dei liberati. Con lei ci sono sempre il fidato Jorah Mormont, il fedele Barristan Selmy, l’acuta Missadei, Verme Grigio e gli Immacolati, e Daario Naharis.
Drogon, Viserion e Rhaegal continuano a crescere, e senza dubbio saranno un’arma preziosa per l’ambiziosa Targaryen quando arriverà il momento di invadere Westeros.

Le premesse per un nuovo capitolo ancora più avvincente dei precedenti, insomma, ci sono tutte, e come se non bastasse ci saranno delle new entry davvero interessanti: finalmente, infatti, conosceremo l’ultima famiglia dei Sette Regni, i Martell, i signori della penisola di Dorne, convocati ad Approdo del Re per le imminenti nozze regali.


La quarta stagione de Il Trono di Spade partirà su Sky Atlantic mercoledì 9 aprile alle 23:00, quando verrà trasmesso il primo episodio in versione originale con i sottotitoli, mentre la versione doppiata sarà trasmessa venerdì 18 aprile alle 21:10.