È una Alice diversa quella che si presenta in studio da Giovanni: non ha più il gesso e il suo look è cambiato, è vestita in modo elegante, truccata e apparentemente di buon umore. Racconta di aver fatto shopping con sua madre (proprio lei le ha comprato le scarpe che indossa in studio) e di aver  litigato di nuovo per via della danza. Il dottor Mari continua a pensare che l'atteggiamento della giovane donna sia discordante: da un lato vuole sfuggire alla figura materna e al contempo trovare rifugio tra le sue braccia.

Improvvisamente Alice si alza dal divano e si mette in posizione per fare una piroetta. Giovanni si allarma e la prega di fermarsi, ha paura che sia pericoloso. Alice comincia a girare e Giovanni rimane quasi senza fiato per questo spettacolo. Tornata a sedersi, Alice si sente male. Racconta che la notte precedente, ubriaca, ha fatto sesso con uno sconosciuto e che non ha sentito nulla. Cosi come non aveva sentito nulla con Samuele. Tornata a casa ha cominciato a ricordare l’incidente.

Davanti a Giovanni tenta di ricostruire l’accaduto e improvvisamente si ricorda che si è lanciata con il suo motorino contro quel SUV di proposito. Alice va in bagno, si guarda allo specchio, prende una manciata di pillole che trova nell’armadietto, torna in studio e comincia a rivelare i primi segni di malessere. Collassa dopo poco tra le braccia di un Giovanni totalmente attonito.