E’ stata una settimana difficile per Giovanni. Il tradimento confessato da parte di sua moglie Eleonora, l’innamoramento reiterato della sua paziente Sara. Nodi complicati da sciogliere e da sviscerare davanti alla sua psicoterapeuta Anna che, come ogni venerdì, lo accoglie in terapia nella sua accogliente casa-studio.

Uno incontro-scontro aspro, difficile, a tratti drammatico; una battaglia a colpi di parole, di frasi dette e non dette che aprono squarci nell’interiorità dei due analisti. Tutto si mescola e si confonde: il presente di Giovanni sconvolto dal tradimento di Eleonora e dalle parole di Sara che continua a dichiararsi innamorata di lui; i ricordi di Anna, anche lei coinvolta in passato in un episodio di "transfert" amoroso con un suo vecchio paziente.

Su tutto questo emerge impietosa l’analisi di Anna che crede fermamente che i problemi di Giovanni siano dovuti proprio a queste due donne che continuano ad attaccarlo per suscitare una sua pur minima reazione emotiva. In attesa di un nuovo confronto con la moglie Eleonora, Anna consiglia di interrompere immediatamente la terapia con Sara e affidarla ad un altro terapeuta.

E come c’era da aspettarsi la reazione di Giovanni è decisamente rabbiosa e sferzante nei confronti dell’operato di Anna.