Commenta la serie su Twitter con l'hashtag #tronodispade


di Raffaele Mastrolonardo

Gli abitanti di Westeros sono “parecchi milioni”. Una stima più precisa la wiki-enciclopedia dedicata al Trono di Spade non la fornisce. Più esatto è invece il calcolo della popolazione “social” della saga: 5 milioni 901 mila e 836. Tanti erano, nella mattina del 11 aprile, i “mi piace” della pagina Facebook dedicata alla serie tv. “Erano”, perché nel frattempo ci sarà stato sicuramente un incremento demografico. Gli appassionati delle avventure di Tyrion Lannister e compagnia sul libro delle facce crescono infatti ad un ritmo che può arrivare fino a 32 mila al giorno. A dirlo, con corredo di parecchi altri numeri, è un'infografica realizzata da SocialBakers, sito specializzato nel monitoraggio dei social network, che offre una radiografia della popolarità del Trono di Spade su Facebook e affini.

Cinguettii per Snow – Per dare un 'idea della crescita, nel solo mese di marzo i fan guadagnati dalla pagina sono stati più di 462 mila, un aumento del 9%. Il post più gradito – e c'era da aspettarselo – è stato quello in cui si annuncia che la serie sarà prolungata almeno per un'altra stagione. Il messaggio ha ricevuto – si legge nell'infografica - 144 mila like (diventati nel frattempo più di 155 mila), è stato condiviso 36 mila volte (poi salite a 39 mila 327)  e ha ricevuto oltre 2.390 commenti. Ma non esiste solo Facebook. E infatti, ci racconta l'indagine, l'universo del Trono di Spade ha ricevuto nello stesso periodo anche 926 mila 547 menzioni su Twitter. La grande maggioranza di queste (il 36 %) sono arrivate dal Nord America, il 6% dalla Gran Bretagna, il 5 % dal Brasile e altrettanti, forse un po' a sorpresa, dall'Ecuador. Quanto ai personaggi più chiacchierati sul sito di microblogging non c'è partita. Jon Snow vince a mani basse: 16.722 menzioni, contro le 4.851 di Daenerys Targaryen e le 4.815 di Joffrey Baratheon.

Se fosse su Facebook
– Ma la simbiosi tra Trono di Spade e social network non si limita alla partecipazione degli utenti alla pagina dedicata sul servizio di Mark Zuckerberg e ai cinguetti su Twitter (guarda le infografiche su “Il trono dei tweet”). Qualcuno, infatti, ha deciso di andare oltre mettendo in campo una buona dose di creatività. Il sito HappyPlace si è preso la briga di raccontare le contese tra gli Starks, i Lannister e le altre casate attraverso gli stessi protagonisti. O meglio attraverso gli stessi protagonisti se avessero un account su Facebook (attenzione agli spoiler). Da Meera Reed a Theon Grevjoy passando per Arya Stark la trama passa così attraverso post e commenti, tutti in prima persona, dei personaggi in una grafica in perfetto stile Facebook. La suspence, certo, non è la stessa dello schermo ma l'insieme, bisogna dirlo, fa un certo effetto.