di Marco Agustoni

Martedì 19 marzo andranno in onda su Sky Cinema 1 (canale 301) i tre nuovi episodi della serie tv di culto britannica Black Mirror. Si comincia con Vota Waldo, in cui un comico fallito presta la voce a un orsetto animato protagonista di uno show di satira. Il successo del personaggio è tale, che i suoi creatori decidono di candidarlo alle elezioni contro dei politici in carne e ossa. Il risultato? Per scoprirlo dovrete aspettare il 19, ma intanto possiamo provare a immaginarci come se la caverebbe Waldo se alle elezioni avesse come avversari alcuni dei personaggi animati più irriverenti della tv.

Vota Homer Simpson - Pigro, goloso e irresponsabile: difficile distinguere il capofamiglia dei Simpson da molti dei nostri parlamentari. Questo ci porta a sostenere che il simpatico Homer non avrebbe alcuna difficoltà ad ambientarsi nel mondo della politica. Ma escludendo l'ipotesi delle liste bloccate, perché gli elettori dovrebbero votarlo? Innanzitutto perché parla con la pancia (alle volte anche letteralmente, ad esempio quando ha fame), e questo al popolo piace. In secondo luogo perché esprime il suo pensiero in modo semplice, anche perché probabilmente non sarebbe in grado di spiegarsi altrimenti. Infine perché l'ingenua incoscienza con cui affronta i problemi potrebbe essere scambiata per ottimismo e sicurezza nei propri mezzi. Occhio, Waldo, perché Homer Simpson potrebbe risultare un avversario davvero ostico da battere!

Vota Eric Cartman - Capriccioso, intollerante e irascibile, il personaggio più memorabile di South Park è di sicuro un uomo... o meglio, un ragazzino di potere. Ma, sempre che non mediti di mettere in atto un colpo di Stato, è difficile credere che qualcuno possa volere Cartman come proprio Sindaco, Primo Ministro o Presidente. Eppure, abbiamo ragionevoli motivi per reputare che anche lui possa cavarsela egregiamente, in un'eventuale disfida politica. Da sempre, infatti, gli uomini forti e autoritari sono riusciti ad affascinare le folle con il loro carisma. Il cosiddetto Uomo della Provvidenza, che fregandosene delle regole e delle convenzioni riesce a risolvere tutti i problemi, piace, soprattutto dalle nostre parti. In più Cartman, con il suo mix generico di razzismo, xenofobia e intolleranza religiosa, sarebbe in grado di conquistare il voto delle frange più estreme: l'odio, si sa, è una delle armi più potenti a disposizione dei politici. Waldo, sei stato avvertito...

Vota Stewie Griffin - Come ultimo candidato concorrente di Waldo, potrebbe sembrare naturale pensare al capofamiglia dei Griffin, Peter. Ma proviamo a descriverlo: pigro, goloso e irresponsabile. Non vi ricorda qualcuno di cui abbiamo appena parlato? Meglio allora fare largo ai giovani con la candidatura di suo figlio Stewie, la cui ambizione di dominare il mondo potrebbe essere un ottimo incentivo a vincere. Perché potrebbe farcela? Innanzitutto perché, poco più che un neonato, sarebbe il più giovane degli sfidanti, il che in un panorama politico dominato da vecchiardi verrebbe visto con favore dalla gente. E poi perché grazie alla sua mentalità geniale e luciferina potrebbe essere in grado di mettere in scacco tutti i suoi avversari. Parte come outsider, ma Waldo deve fare molta attenzione anche con lui.

Vota Waldo - Per finire, ecco il turno del nostro Waldo. L'orsacchiotto blu parte bene perché è sfrontato, pungente e, soprattutto, punta dritto alla gola dei suoi avversari. Una volta che ti prende di mira, è difficile sfuggirgli, come ben sa Liam Monroe, uno dei candidati nell'episodio di Black Mirror in onda il 19 marzo. Poche storie: con la sua arguzia e la sua ironia, nelle nostre elezioni immaginarie Waldo è l'avversario da battere!