Il Trono di Spade sta tornando. E quest’anno sarà tutto più grande e più epico.

Il successo planetario della prima stagione ha infatti permesso alla produzione un impegno ancora maggiore. Quando, l’11 maggio, la seconda stagione arriverà su Sky Cinema, sarà impossibile non accorgersene.

“Quest’anno” spiega il maestro d’armi Tommy Gunne “abbiamo voluto alzare gli standard”.  Non solo, infatti, ci saranno un maggior numero di armigeri con la casacca dei Lannister e degli Stark, ma anche nuove armate.  Stiamo parlando dell’esercito di Stannis Baratheon e di quello delle Isole di Ferro, che vedremo in azione molto presto.

Tutti gli eserciti schierano uomini armati di frecce, lance e spade, ma quest’ultime in particolare, a seconda della fazione, si differenziano per aspetto, colore e foderi.

Ognuno dei personaggi principali, inoltre, ha una spada personalizzata. Quella di Re Joffrey, ad esempio, reca il simbolo dei Baratheon, il cervo, e proprio di corno di cervo è fatto il manico.
Theon Greyjoy ha una spada con un look ispirato al clima delle Isole di ferro, di cui è originario, mentre Robb Stark, diventato re del Nord, non tradisce la tradizione e dunque continua a portare la sua vecchia arma.

La lama di Renly Baratheon segue invece un criterio di opulenza ed eleganza che fa pendant con l’aspetto dell’armatura.

Il fratello Stannis ha un carattere più ruvido e malinconico. Quindi, per lui, sono stati adottati dei toni di grigio. Ma chissà che la rossa e misteriosa Melisandre non possa infondere nuovo calore nel fratello del defunto re Robert.

Ma se sul campo di battaglia saranno le armi a parlare, a corte nuovi intrighi verranno orditi senza sosta. Basterà una spada affilata per troncarli sul nascere?