Simbologia e ritualità. C'è un uomo nella fossa e i suoi amici gli consegnano, per questo viaggio senza ritorno, tutto ciò che gli è stato caro nella sua giornata terrena, compresi quattro assi, una manciata di banconote e una pistola. Sono marmorei i volti di chi gli sopravvive. Sembra di vedere delle sfingi. Ma si intuisce che dentro ognuno di loro si agita un ciclone di emozioni e sentimenti. A rendere più forte questo addio l'intramontabile I never can say goodbye.

Guarda anche:
Gioca all'impiccato di Romanzo criminale e vinci prestigiosi premi

Vai allo speciale Romanzo Criminale 2
Guarda la fotogallery del Backstage
Scopri tutto sulla prima stagione
Il Libanese spara sul cd