di Linda Avolio

 

 

Non è stato un inizio di stagione propriamente folgorante per Sam Tarly, ma in realtà una delle scene in cui compare, precisamente quella in cui sfoglia un antico volume sulle storie e sulle leggende di Westeros, nasconde forse un indizio che sarà molto importante in futuro. I fan come al solito si sono scatenati su internet, ma pare che lo stesso John Bradley abbia confermato un certo dettaglio.

 

Questo, per la precisione:

 

 

 

 

 

 

SE NON VUOI INCAPPARE IN (POTENZIALI) SPOILER, FERMATI QUI!!!

 

 

Se questo pugnale vi sembra familiare, avete ragione. Questo, infatti, è il pugnale usato da Ditocorto per incastrare Tyrion nella prima stagione. E’ proprio all’inizio della serie che vediamo il pugnale per la prima volta: si tratta dell’arma usata dalla persona che ha tentato di assassinare Bran nella sua stanza a Grande Inverno. Si tratta di un’arma fatta di acciaio di Valyria, e secondo Petyr Baelish appartiene al Folletto. Catelyn parte dunque alla ricerca di Tyrion, e da lì in poi sappiamo bene cos'è successo. In realtà il più giovane dei fratelli Lannister confesserà di averlo perso in una scommessa finita male, ma ormai la ruota è stata messa in moto.

 

 

La domanda è: che fine ha fatto il pugnale? L’ultima volta che l’abbiamo visto è stata sempre nella prima stagione, sul tavolo di Ned Stark nella Fortezza Rossa, ma pare che poi in qualche modo sia tornato in possesso di Ditocorto. Pare. Ad ogni modo, ancora non si sa chi abbia dato l’ordine di uccidere Bran, e non sappiamo ancora precisamente perché. Insomma, il pugnale della discordia è uscito di scena molto tempo fa, ma è tornato alla ribalta nella premiére della nuova stagione. Per quale motivo?

 

In un’intervista a Huffington Post, John Bradley, l’attore che interpreta Sam, ha dichiarato:

 

“Mi hanno detto pochissimo. Quando abbiamo girato la scena mi è stato detto di restare un po’ più a lungo su quella pagina. […] E’ tutto parte dello stesso universo narrativo, e non importa quanto le diverse storyline sembrino slegate, sono parte della stessa storia e della stessa equazione…e se credete di aver visto qualcosa, molto probabilmente avete veramente visto qualcosa!”

 

Il ritorno in scena del pugnale non è dunque casuale. Ma c’è di più. In realtà l'arma è ufficialmente ricomparsa prima di Roccia del Drago, precisamente in questo servizio fotografico promozionale di Entertainment Weekly. Ricordate le bellissime copertine con gli Stark riuniti?

 

 

 

 

 

Cosa vorrà dire? Online i fan della serie si sono scatenati con svariate teorie, anche se gli scenari possibili sono sostanzialmente due:

 

Scenario numero 1: Arya riesce effettivamente ad arrivare ad Approdo del Re, si impossessa dell’arma - che dopo la morte di Ned è rimasta all’interno della Fortezza Rossa, nascosta da qualche parte -, e poi si mette in viaggio verso Grande Inverno, visti gli abiti decisamente nordici che indossa nella foto di copertina di EW. Sappiamo che il pugnale è in acciaio di Valyria, dunque che è molto importante nella lotta contro gli Estranei: che la piccola di casa Stark sia stata informata dell’incombente minaccia e abbia deciso di tornare a casa per aiutare i fratelli?

 

Scenario numero 2: Arya si impossessa del pugnale dopo essere tornata a Grande Inverno e dopo aver ucciso Ditocorto. E’ vero che Petyr Baelish non è sulla lista di Arya, ma è anche vero che Ditocorto è responsabile di azioni veramente spregevoli, dunque può darsi che Arya decida di ucciderlo una volta arrivata a casa e dopo aver parlato con i fratelli, in particolare con Sansa. E poi, diciamoci la verità: c’è sempre spazio per qualche nome in più!

 

 

Vi ricordiamo che si tratta soltanto di ipotesi, che per ora NON C’E’ NULLA DI CONFERMATO, e che l’unico modo per scoprire cosa succederà è non perdere i prossimi appuntamenti con la serie, , in onda ogni notte tra domenica e lunedì alle 03.00 (poi in replica alle 22.15) in versione originale sottotitolata, e ogni lunedì alle 21.15 in versione doppiata, a partire dal 24 luglio.

 

 

 

 

VAI ALLO SPECIALE DI SKYATLANTIC.IT SU IL TRONO DI SPADE