La corsa della quinta stagione di House of Cards su Sky Atlantic è giunta al termine, e anche quest'anno Kevin Spacey e Robin Wright sono stati grandissimi. Ormai i due attori sono una vera e propria garanzia, ed è semplicemente un piacere vederli insieme nei panni di Frank e Claire Underwood mentre pianificano le loro prossime mosse (sporche, ovviamente!) per restare al potere. In attesa della maratona prevista per domenica 10 luglio a partire dalle 09.15, ecco una serie di aforismi e citazioni sulla crudeltà e sulla spietatezza:

 

 

Tutte le persone crudeli si definiscono campioni di sincerità. (Tennessee Williams)

 

La nostra grandezza sta anche nel nostro essere spietati. (Friedrich Nietzsche)

 

Parliamo di pace e prepariamo la guerra. Parliamo di non violenza e siamo profondamente violenti. Parliamo di bontà e non sappiamo cosa sia. Parliamo d’amore e siamo pieni di ambizione, di aggressività, pronti a competere per uno spietato efficientismo. Così viviamo nella contraddizione. (Jiddu Krishnamurti)

 

La spietatezza è la più pratica delle emozioni. (Brandon Sanderson)

 

Le più grandi crudeltà del nostro secolo sono state le crudeltà impersonali delle decisioni prese da lontano, nella routine del sistema operativo, soprattutto quando potevano essere giustificate come necessità operative sia pure incresciose. (Eric Hobsbawm)

 

Non solo provocare volontariamente sofferenze non necessarie, ma anche l’indifferenza nei loro confronti. È molto più facile essere crudeli di quanto si potrebbe pensare. (Jonathan Safran Foer)

 

Tra tutti gli animali l’uomo è il più crudele. È l’unico a infliggere dolore per il piacere di farlo. (Mark Twain)

 

L'amore vero, come si sa, è spietato. (Honoré de Balzac)

 

 

 

 

Questo è un mondo spietato e bisogna essere spietati per affrontarlo. (Charlie Chaplin)

 

Il Dio dell'Antico Testamento è forse il personaggio più sgradevole di tutta la letteratura: geloso e fiero di esserlo, è un castigamatti, meschino, iniquo e spietato; sanguinario istigatore della pulizia etnica; un bullo misogino, omofobo, razzista, infanticida, genocida, figlicida, pestilenziale, megalomane, sadomasochista e maligno secondo il suo capriccio. Quelli di noi che si sono familiarizzati con i suoi metodi fin dall'infanzia hanno finito per non accorgersi più di quanto siano orrendi. (Richard Dawkins)

 

Quando si vuole assolutamente ottenere una determinata cosa o un'altra, si diventa spietati, duri, insensibili. (Anthony de Mello)

 

Quello che Darwin per delicatezza non ha voluto dire, amici miei, è che se siamo diventati i padroni del mondo non è stato perché siamo i più intelligenti o nemmeno i più crudeli, ma perché siamo sempre stati i più pazzi e sanguinari figli di puttana della giungla. (Stephen King)

 

Può anche darsi che il silenzio, per chi lo pratica, sia d'oro. Ma è certo l'arma più spietata nei confronti di chi lo subisce. (Alessandro Morandotti)

 

Probabilmente la crudeltà umana è fissa ed eterna. Solo gli stili cambiano. (Martin Amis)

 

L’uomo è un animale addomesticato che per secoli ha comandato sugli altri animali con la frode, la violenza e la crudeltà. (Charlie Chaplin)

 

 

 

 

Siamo veramente spietati solo verso le persone che sappiamo di non poter mai perdere. Arthur Schnitzler)

 

Nel nome di nobili propositi gli uomini hanno commesso l’un contro l’altro atti d’indicibile crudeltà. (J. William Fulbright)

 

La crudeltà è la virtù per eccellenza dei mediocri, hanno bisogno di esercitare la crudeltà, esercizio per cui non è necessaria la minima intelligenza. (Alessandro Baricco)

 

In natura non esiste nulla di così perfido, selvaggio e crudele come la gente normale. (Hermann Hesse)

 

La gente spesso parla di crudeltà “bestiale” dell’uomo, ma questo è terribilmente ingiusto e offensivo per le bestie: un animale non potrebbe mai essere crudele quanto un uomo, crudele in maniera così artistica e creativa. (Fëdor Dostoevskij)

 

Solo una parte irrilevante delle immense crudeltà commesse dagli uomini può essere ascritta ad istinti crudeli. La maggior parte di esse è dovuta a superficialità o ad abitudini consolidate. Le radici della crudeltà, quindi, sono più diffuse di quanto non siano forti. Ma verrà il giorno in cui l’inumanità, protetta dalle abitudini e dalla superficialità, soccomberà di fronte all’umanità difesa dalla riflessione. Lasciateci lavorare per far sì che questo giorno arrivi. (Albert Schweitzer)