di Linda Avolio

 

 

Macchinazioni così machiavelliche che lo stesso Machiavelli avrebbe paura, ricatti come se piovessero, minacce più o meno velate all’ordine del giorno: la serie con protagonisti Kevin Spacey e Robin Wright è un vero concentrato di cattiveria, ansia e terrore!! In attesa dei prossimi episodi della quinta stagione (l’appuntamento è ogni mercoledì alle 21.15), ecco 10 cose (più o meno cattive) che TUTTI pensiamo quando guardiamo House of Cards.

 

 

  • Robin Wright deve aver per forza fatto un patto col diavolo, non c’è altra spiegazione. Che donna! Che dea!

 

 

  • Ma non dormono mai? Va bene che sono tutti freddi e calcolatori come se fossero delle macchine, ma da qui ad avere le batterie al litio di ultima generazione tipo androidi di Westworld dalla durata interminabile ce ne passa!

 

  • Ogni volta che c’è in scena Neve Campbell è subito “Ciao Sidney, facciamo un gioco, se sbagli muori e se rispondi esatto muori!”

 

  • A colazione il solito, cioè pane tostato, caffè appena preparato, una sana porzione di frutta e poi, come non ci fosse un domani (e probabilmente per qualcuno non ci sarà!) macchinazioni, minacce e ricatti?

 

  • Va bene essere fedeli, ma Doug non starà esagerando? Veramente, per quale motivo è così attaccato a Frank? OK essere riconoscenti, ma qui la cosa è sfuggita di mano!

 

  • Ma quelli che decidono di sfidare Frank e Claire non hanno proprio imparato niente da chi li ha preceduti? Perché allora non andare a stuzzicare un rottweiler che sta dormendo? Tanto è chiaro che non danno alcun valore alla propria vita!

 

 

  • Ma veramente Tom fa lo scrittore di lavoro? Perché diciamocelo chiaramente, non è che i suoi discorsi siano poi COSI’ indimenticabili…

 

  • Perché a me non viene mai in mente nessuna frase a effetto, mentre Frank, Claire e il resto dei personaggi ne snocciolano in quantità industriale senza il minimo sforzo?

 

  • Seth avrà il cervello fuso a furia di rispondere al telefono e alle domande dei giornalisti. Ma chi glielo fa fare? Seriamente. Cambia lavoro, ci guadagni in salute!

 

  • C’è un personaggio principale, UNO SOLO, che non sia un concentrato di cattiveria, corruzione e istinto omicida?? No? Va bene, era giusto per avere conferma.

 

 

 

 

 

SCOPRI LO SPECIALE DI SKYATLANTIC.IT SU HOUSE OF CARDS