La terza stagione di Gomorra sta per arrivare su Sky Atlantic: in attesa dei nuovi episodi, in onda ogni venerdì alle 21.15 a partire dal 17 novembre, ecco 10 cose che (forse) non ricordi sulla serie: scopri l'INFOGRAFICA interattiva.

 

 

 


 

 

 


Una storia locale divenuta globale, per un successo che parla ormai molte lingue: Gomorra - La serie, con la sua diffusione in 190 territori, è la serie italiana più esportata, e anche quella che ha saputo ridefinire gli standard e il linguaggio della serialità italiana. Un modello di narrazione e scrittura capace di competere con grandi produzioni internazionali, e un immaginario divenuto iconico, anche grazie alle interpretazioni di un cast di straordinari talenti radicati sul territorio. 

 

Le prime due stagioni sono state accolte, in Italia e nel mondo, con clamore ed entusiasmo da pubblico e critica, ottenendo numerosi premi. La serie è stata definita da Variety “La risposta italiana a The Wire”, in occasione del debutto della serie in USA il Wall Street Journal annuncia ai suoi lettori che “I fan dei Soprano e The Wire hanno una nuova serie da aggiungere alle loro liste” e definisce Gomorra “L’esportazione televisiva italiana di maggior successo”. 

 

Una serie diventata rapidamente di culto, capace di generare dibattiti, modi di dire, parodie, vignette, canzoni, uscendo dallo schermo ed entrando nel linguaggio quotidiano. Un fenomeno che, per il debutto della nuova stagione, conquista anche le sale cinematografiche, confermandosi un vero e proprio evento che vive oltre lo schermo tv. 

 

150 giorni di riprese in 160 location, oltre 350 attori, 4500 comparse, 140 persone coinvolte sul set della serie originale Sky prodotta da Cattleya che torna ora con i 12 nuovi attesissimi episodi della terza stagione. Se i primi due capitoli di Gomorra – La Serie hanno raccontato la costruzione, il dominio e la crisi del Sistema degli Scissionisti, in questi nuovi episodi chi è sopravvissuto alle faide si troverà a gestire le ferite che quelle guerre hanno provocato.

 

La nuova stagione riprende là dove ci aveva lasciato l’ultimo episodio della seconda. Don Pietro (Fortunato Cerlino) è appena morto, lasciando dietro di sé un vuoto di potere che appare incolmabile. Ciro (Marco D'Amore) ha avuto la sua vendetta, ma i suoi sogni e la sua famiglia sono distrutti, e di questo vuoto non sembra voler approfittare, mentre Genny (Salvatore Esposito) sembra aver vinto la sua partita, ma deve capire come gestire insieme i due mondi, Roma e Napoli Nord, quest’ultimo ereditato da suo padre. E se Scianèl (Cristina Donadio) ha perso un figlio, Patrizia (Cristiana Dell'Anna) ha perso un compagno, oltre che i fratelli, ormai lontani da lei: anche sul loro futuro si stende dunque l’ombra dell’incertezza. A chi vorrà regnare sull’impero costruito da Pietro Savastano non basterà convincere i nemici di ieri a diventare gli alleati di domani. 

 

In questa terza stagione la contesa, finora limitata nei confini di Scampia e Secondigliano, si allargherà a macchia d’olio. A favorire questo spostamento sarà l'apparizione di un nuovo gruppo criminale, capitanato dal giovane e ambizioso Enzo (Arturo Muselli), che crescerà cercando di prendere lo spazio che crede di meritare, obbligando gli storici boss del centro a scendere in campo per cercare di mantenere il potere. Insieme all'entrata in scena di Enzo, detto 'Sangue Blu' poiché nipote ed erede di un boss che ha fatto la storia della città, vedremo anche quello di Valerio (Loris De Luna), ragazzo della Napoli bene attratto dai meccanismi di potere e dal brivido di una vita diversa da quella sognata per lui dai suoi genitori.

 

Gomorra – La Serie, nata da un’idea di Roberto Saviano e tratta dal suo omonimo bestseller, è diretta da Claudio Cupellini e Francesca Comencini, e scritta da Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Ludovica Rampoldi. Nel cast Marco D’Amore (Ciro di Marzio), Salvatore Esposito (Genny Savastano), Cristiana Dell’Anna (Patrizia), Cristina Donadio (Scianel), a cui si aggiungono, tra gli altri, due giovani attori napoletani: Arturo Muselli, nel ruolo di Enzo, capo di una nuova fazione che cercherà di prendersi il centro di Napoli e Loris De Luna, che interpreta Valerio, un ragazzo della Napoli bene affascinato dalla prospettiva di entrare nella partita. Tornano anche nella terza stagione Fabio De Caro (Malamò), Ivana Lotito (Azzurra, la giovane moglie di Genny) e Gianfranco Gallo (Giuseppe Avitabile, il padre di Azzurra).